Son tutte belle le mamme

 

 

16 Marzo 2016

 

Son tutte belle le mamme del mondo...?

 

Correva l'anno 1954 e Giorgio Consolini e Gino Latilla portarono a Sanremo "Tutte le mamme" il cui ritornello, diventato poi famoso, era, come ricorderete, "son tutte belle le mamme del mondo ........"

Ci guarderemo bene dal contestare questo che è diventato un assioma. Anzi. Siamo davvero convinti che la figura della mamma sia la massima espressione dell'amore, della dedizione e del sacrificio che si possa trovare. Eppure .....

Eppure ogni tanto c'è qualcuno che ci vuol far cambiare idea. Qualcuno (o qualcuna) che vorrebbe indurci a mettere in discussione le nostre, peraltro ben salde, convinzioni.

 

L'ultimo episodio risale ad alcuni giorni orsono .

In un Liceo di Bologna si sono presentati un paio di carabinieri con un cane delle unità cinofile addestrato a cercare sostanze stupefacenti. Se una cosa di questo genere fosse successa ai tempi di chi scrive questa nota (poco dopo Consolini) la cosa più simile a una droga che avrebbero trovato sarebbero stati barattoli di Coccoina.

A parte questo sono sicuro sarebbe stata una giornata di festa. Qualcuno avrebbe cercato di giocare con il cane e qualcun'altro avrebbe chiesto al carabiniere se avesse mai dovuto usare la pistola. Sarebbe stato in ogni caso un evento piacevole in quanto l'attività del duo avrebbe interrotto momentaneamente le lezioni.

 

Ma i tempi, da allora, sono fortunatamente cambiati e la cosa è finita su tutti i giornali con una ampia eco a livello nazionale.

 

Direi che comunque che fin qui siamo nella normalità. In un'epoca in cui tramite i social network fotografiamo quello che stiamo mangiando per farlo sapere a tutto il mondo ci sta che faccia clamore un evento di questo genere. Ci stanno anche le proteste di forze politiche che su queste cose ci costriuscono una carriera e cercano il consenso. Assolutamente normali e prevedibili anche le veementi proteste delle associazioni antiproibizioniste anche se i toni utilizzati come "spettacolo osceno" e " dimostrazione di potere e forza muscolare" mi sembrano un po' eccessivi in rapporto all'accaduto. Ma va bene così. Reazioni a nostro parere sbagliate ma assolutamente legittime e, come detto, ampiamente prevedibili e banalmente scontate. Altrettanto scontate le soluzioni che tali forze politiche e associazionistiche avrebbero messo in atto e che potete leggere sul web di informazione e nei loro ricchi siti.. Mi resta qualche dubbio sul fervore delle proteste di una associazione che si batte “contro la tortura e per i diritti e le garanzie nel sistema penale”. E' come se noi del Nastro Rosso facessimo un comunicato stampa di protesta per l'aumento del prezzo dei kiwi.

 

Ma torniamo alle mamme e, quindi, al motivo che ci ha spinto a scrivere questa nota.

I giornali riportano che, nelle proteste, si sono distinti anche alcuni genitori. In particolare vengono virgolettate le parole di una mamma: "Non ci sentiamo rassicurati della presenza di forze dell'ordine a scuola".

 

Ecco. Se possiamo accettare (non condividendole neanche nelle virgole) le proteste del politico o dell'antagonista antiproibizionista di turno rifiutiamo le parole della mamma .

 

Noi non ci sentiremmo rassicurati dalla presenza di spacciatori all'interno della scuola; non ci sentiremmo rassicurati dalla presenza di un Preside che non si preoccupi della salute dei nostri ragazzi e non dalla presenza, peraltro più simbolica che altro, di forze dell'ordine tra le mura scolastiche.

 

Facciamo nostre le parole dedicate all'episopdio da Procuratore Aggiunto che si è occupato della cosa:che si dice sconcertato rispetto a genitori che contestano l’intervento dei carabinieri. "Mi chiedo – dice - ma non si devono anche tutelare i diritti della stragrande maggioranza dei genitori che giustamente non vuole che nelle scuole circolino sostanze stupefacenti?"

 

Se c'è qualcuno che sa dell'importanza che hanno le mamme nella lotta alla droga quelli siamo noi. Sono principalmete (spesso solo) le mamme a lottare strenuamente per il benessere dei propri figli e quindi ribadiamo che son tutte belle le mamme del mondo. Beh, quasi tutte.

 

PS Per la cronaca quella perquisizione ha portato al ritrovamento di una modica quantità di sostanza stupefacente in un bagno della scuola. Un analogo intervento dei carabinieri in un altro istituto il giorno successivo ha consentito il rinvenimento, in un motorino di uno studente diciassettenne, di 6-7 grammi di hascisc E' stata quindi disposta una perquisizione presso la sua abitazione dove è stato trovato poco più di un etto, tra marijuana e hascisc.