Cannabis e schizofrenia

 

 

26 Febbraio 2017

 

Adolescenti, cannabis e il rischio di sviluppare la schizofrenia

 

Uno studio sottolinea come l'uso di marijuana in età adolescenziale potrebbe portare, da adulti, a danni cerebrali e causare l'aumento del rischio di sviluppare schizofrenia

 

Leggi l'articolo completo su Corriere della Sera/Neuroscienze

 

Tra di tutte le controindicazioni della cannabis ne esiste una non sempre chiara a tutti e che, in una personalità in formazione, può veramente rappresentare una minaccia seria. Si parla del possibile legame tra marijuana e psicosi. Un recente studio sottolinea infatti un link tra l’uso della cannabis e la schizofrenia in soggetti dove questo rischio è latente. La ricerca, promossa dalla University of Maryland School of Medicine, specifica come questa droga leggera, tra le varie controindicazioni, abbia anche quella di risvegliare possibili disordini mentali in soggetti geneticamente predisposti e anticiparne l’esordio. Inoltre enfatizza i danni di questa sostanza nell’età della crescita, dimostrandone gli effetti sui topi.

Questo legame è in realtà già noto, anche se non a tutti, e che la cannabis sia in grado di precocizzare la psicosi lo sosteneva recentemente anche uno studio australiano condotto su 20.000 soggetti affetti da psicosi, dimostrando che chi di loro fumava abitualmente cannabis aveva ricevuto la diagnosi di schizofrenia mediamente 3 anni prima degli altri, ammalandosi di un disturbo psicotico con un certo anticipo rispetto al resto della popolazione in cura psichiatrica. Il ruolo del consumo di cannabis nell’anticipare l’esordio della schizofrenia è dunque confermato, anche se non è ancora chiaro attraverso quale meccanismo si verifichi questo effetto.

 

 

 

 

 

 

Leggi l'articolo completo su Corriere della Sera/Neuroscienze