Red Ribbon

Il Nastro Rosso

 

Enrique Camarena non ha mai chiesto di diventare un eroe: tutto ciò che voleva era avere la possibilità di fare la differenza per qualcuno. Ma nascere in un barrio messicano non dà molte possibilità.

Enrique (Kiki) S. Camarena nacque il 26 luglio 1947 a Mexicali, in Messico in una famiglia povera.

Mantenendosi agli studi lavorando frequenta e si diploma alla Calexico High School, in California nel 1966, e nel 1968 è entrato a far parte del Corpo dei Marine USA. Dopo aver prestato servizio nel Corpo dei Marines per due anni, Kiki diventò prima un pompiere poi ufficiale di polizia di Calexico e quindi sceriffo della Contea. In quegli anni vede numerosi amici morire per droga e decide di entrare alla DEA (Drug Enforcement Administration) nel giugno del 1974.

Alla madre, che cerca di dissuaderlo per la pericolosità del compito, egli risponde "sono solo una persona ma voglio fare la differenza".

Il suo primo incarico come agente speciale con la DEA era in un luogo a lui familiare - Calexico, California.

Nel 1977, dopo tre anni trascorsi a Calexico, fu riassegnato all'ufficio distrettuale di Fresno nel nord della California. Quattro anni dopo, Kiki ricevette l’ordine di trasferimento in Messico, sede di Guadalajara. Durante i quattro anni di servizio in Messico, Camarena concentrò i suoi sforzi nelle indagini sui grandi trafficanti di cocaina e marijuana del paese, tanto che nel 1984, grazie alle informazioni fornite da Camarena, 450 soldati messicani, coperti da elicotteri, distrussero il "Rancho Búfalo", un appezzamento di terra di 1000 ettari, coltivato a marijuana, dalla rendita annuale di 8 miliardi di dollari. Camarena, identificato come fonte dell'informazione, fu rapito in pieno giorno il 7 febbraio 1985.

L'agente stava uscendo dagli uffici per andare a mangiare qualcosa, quando fu avvicinato da un'auto e quindi trascinato al suo interno da quattro uomini armati. Qualche ora dopo fu rapito anche Alfredo Zavala Avelar, un pilota del Dipartimento Messicano per l'Agricoltura che collaborava con l'agenzia.Tutto ciò fu possibile grazie alla collusione di un agente di polizia sul libro paga dal signore della droga Miguel Ángel Félix Gallardo. Camarena e il collega furono torturati nel ranch di Gallardo per più di trenta ore, e poi uccisi. Il cranio, il naso, gli zigomi e la trachea dell'agente furono schiacciati, le coste erano rotte, e gli era stato praticato un foro alla testa con un trapano elettrico. Durante la prigionia gli erano state somministrate anfetamine e altre droghe, probabilmente per far sì che rimanesse cosciente durante le torture. Il corpo dell'agente fu ritrovato in un'area rurale all'esterno della piccola città di Angostura, nello stato di Sinaloa, il 5 marzo 1985.

Aveva 37 anni ed ha lasciato la moglie Mika e i loro tre figli: Enrique, Daniel ed Erik. Durante i suoi 11 anni nella DEA, Kiki ha ricevuto due Sustained Superior Performance Awards, uno Special Achievement Award e, postumo, l'Administrator's Award of Honor, il più alto riconoscimento assegnato dalla DEA.

Poco dopo la morte di Kiki, il membro del Congresso Duncan Hunter e l'amico del liceo Henry Lozano hanno lanciato i Camarena Clubs nella città Kiki, Calexico, in California. Centinaia di membri del club, tra cui l'insegnante della Calexico High School David Dhillon, indossavano nastri rossi e si impegnavano a condurre vite senza droga per onorare i sacrifici fatti da Kiki Camarena e altri a nome di tutti gli americani.

La Red Ribbon Week alla fine ha guadagnato slancio in tutta la California e successivamente negli Stati Uniti. Nel 1985, i membri del club hanno presentato la " Camarena Club Proclamation" alla First Lady Nancy Reagan, portandola all'attenzione nazionale.

Più tardi quella estate, gruppi di genitori in California, Illinois e Virginia iniziarono a promuovere l'uso di nastri rossi a livello nazionale durante la fine di ottobre. La campagna è stata quindi formalizzata nel 1988 dal National Family Partnership, con il Presidente e la signora Reagan come presidenti onorari.

Oggi, la celebrazione di otto giorni è un catalizzatore annuale per mostrare l'intolleranza alla droga nelle scuole degli Stati Uniti, nei luoghi di lavoro e nelle comunità.

Ogni anno, dal 23 al 31 ottobre, oltre 80 milioni di giovani e adulti dimostrano il loro impegno per uno stile di vita sano e libero dalla droga indossando o mostrando il nastro rosso.

 

 

Qui puo’ vedere il filmato sulla vita e l’eredita’ dell’eroico agente speciale della DEA.