Inalanti

Inalanti

 

Le droghe da sniffare

 

La maggior parte degli inalanti sono prodotti comuni che emettono vapori chimici con effetti se annusati. Questi prodotti includono diluenti per vernici, acetone, benzina, colle, benzina, fluido per accendino e nitrossido. Includono anche idrocarboni fluorinati presenti negli aerosol, come gli spray per capelli e i colori spray, solventi, combustibili, che contengono benzene, nitrato di amile, tricloroetano, butano e altro.

 

Aspetto

Vengono sniffate direttamente dai contenitori

 

Effetti

La struttura chimica dei diversi tipi di inalanti è diversa, cosa che rende difficile generalizzare sugli effetti degli inalanti. è risaputo comunque, che i vapori possono modificare la chimica cerebrale e creare danni permanenti al cervello e al sistema nervoso centrale.

I consumatori di inalanti sono anche a rischio di morte improvvisa da sniffo, che può verificarsi quando i fumi inalati prendono il posto dell' ossigeno nei polmoni e nel sistema nervoso centrale. Questo in sostanza determina il soffocamento. Gli inalanti possono inoltre determinare la morte interrompendo il normale ritmo cardiaco, portando all'arresto cardiaco. Possono causare epatite, problemi al fegato e debolezza muscolare. Alcuni tipi di inalanti possono portare all'anemia aplastica, una forma di anemia caratterizzata dall'insufficiente produzione di cellule del sangue di tutti i tipi.

Gli inalanti modificano anche il funzionamento del sistema nervoso. Alcuni di questi effetti sono transitori e scompaiono dopo la cessazione dell'uso. L'uso di inalanti tuttavia, può condurre a gravi problemi neurologici, alcuni dei quali irreversibili. Ad esempio, l'uso frequente di determinati inalanti può causare un cambiamento permanente o un malfunzionamento dei nervi dorsali e delle gambe, chiamati polineuropatia. Gli inalanti possono anche agire direttamente nel cervello causando una serie di problemi neurologici. Possono per esempio, causare anomalie alle aree cerebrali che sono coinvolte nel movimento, ad esempio, il cervelletto, e nelle funzioni cognitive più elevate, ad esempio, la corteccia cerebrale

 

Rischi nel medio-lungo periodo:

Gli inalanti penetrano velocemente nel flusso sanguigno e vengono poi distribuiti in tutto il cervello e in tutto il corpo. Hanno effetti diretti sia sul sistema nervoso centrale (cervello e spina dorsale) che sul sistema nervoso periferico (nervi in tutto il corpo).

Utilizzando tecniche di visualizzazione cerebrale, come la risonanza magnetica (MRI), i ricercatori hanno scoperto che ci sono cambiamenti strutturali evidenti nei consumatori cronici di inalanti. Questi cambiamenti includono una riduzione della dimensione di alcune aree cerebrali, tra cui la corteccia cerebrale, il cervelletto e il tronco encefalico. Questi cambiamenti potrebbero spiegare i sintomi neurologici e comportamentali presenti nei consumatori, ad es. le difficoltà cognitive e motorie.

Alcuni di questi cambiamenti potrebbero essere dovuti agli effetti che gli inalanti hanno sulla mielina, al tessuto grasso che isola e protegge gli assoni e aiuta ad accelerare la conduzione nervosa. Quando gli inalanti entrano nel cervello e nel corpo, essi sono attratti in modo particolare ai tessuti grassi. Poiché la mielina è un grasso, assorbe rapidamente gli inalanti, che possono poi danneggiare o distruggere distruggere anche la mielina. Il deterioramento della mielina interferisce con il rapido flusso rapido dei messaggi da un nervo all' altro.

Gli inalanti possono anche avere un effetto profondo su nervi che sono situati in utto il corpo. Lo polineuropatia causata da alcuni inalanti, così come da altri problemi neurologici, può essere dovuta in parte all'effetto degli inalanti sulla guaina mielinica che ricopre gli assoni in tutto il corpo. In alcuni casi, non è soltanto la mielina distrutta, ma gli assoni stessi che degenerano.