Catinoni sintetici

Catinoni Sintetici

 

I nomi più noti sono Meow Meow, Flakka M-Cat, Mojo, Yellow Submarine (e altri come White Columbia, Beauty Essentials Bath Salts, Atomic Fever, Yo Yo Hard, Ivory Wave, Magic, Super Coke, PeeVee,Vanilla Sky, Flower Magic, Kamikadze, Xtacy, Extreme Star Dust, Hurricane Charlie, Dogs Bollix, Sextasy, Orange Orbits, Stardust, Blow, Recharge, Charge+, Lucky, El Padrino, Coco Jumbo, Sunrise, Techno)

Sono molecole sintetizzate in laboratorio che agiscono in maniera analoga al catinone, una molecola naturale presente nella pianta del Khat (Catha Edulis) ad azione stimolante. Possono definirsi "parenti stretti" della famiglia delle amfetamine, alla quale appartiene anche l'ecstasy.Il catinone sintetico più noto è il mefedrone. Si presenta sotto forma di polvere o di compresse e viene generalmente ingerito o sniffato. Viene venduto su Internet come concime per le piante ed etichettato come non per uso umano, ma promosso come droga ricreazionale.

Effetti

I catinoni sintetici producono effetti stimolanti simili a quelli prodotti dalle amfetamine, dall'ecstasy e dalla cocaina. Danno sensazioni di aumento dei livelli di energia, euforia, desiderio di socializzare, agitazione, sensazione di distacco, vista sfocata, midriasi, bruxismo, aumento della frequenza cardiaca e degli impulsi sessuali.

Danni

Gli effetti che i catinoni sintetici provocano sulla salute di chi li assume, sia immediatamente dopo l'uso che nel medio e lungo tempo, sono molto pericolosi ed includono eccessiva e maleodorante sudorazione, aumento della temperatura corporea, mal di testa, palpitazioni, nausea, paranoia, allucinazioni e attacchi di panico. La sovrastimolazione del cuore e della circolazione sanguigna e la sovrastimolazione del sistema nervoso possono provocare attacchi che nel caso del catinone mefedrone hanno portato anche alla morte. Il rischio aumenta se i catinoni vengono associati all'uso di alcol o di altre droghe. Il mefedrone induce dipendenza psicologica che spinge ad utilizzare la droga sempre più frequentemente, sviluppando una forma di ricerca compulsiva della sostanza e quindi di dipendenza da essa.